Grafologia peritale

 

 

Testi di riferimento:

Alberto Bravo: Argomenti di grafologia peritale

Alberto Bravo: Variazioni naturali ed artificiose della grafia

Alberto Bravo: Metodologia  della consulenza tecnica e della perizia su scritture

Alberto Bravo: Soggettività ed oggettività nelle perizie su scritture

Bruno Vettorazzo: Metodologia della perizia grafica su base grafologica

Bruno Vettorazzo: Grafologia giudiziaria e perizia grafica

Teresa Addis - Giampietro Grosselle: E se ci fossimo sbagliati

Teresa Addis - Giampietro Grosselle: Tracciati a confronto

 

 

 

Esiste è una branca della grafologia che si occupa di indagine, che investiga sull’ identità dell’autore di un tracciato grafico: questa indagine si può svolgere in più ambiti, sia mediante studio di una sottoscrizione disconosciuta, o di un testamento  sulla cui autenticità siano state gettate delle ombre, su una lettera minatoria, o ancora delle scritte su muri, gli ambiti possono essere moltissimi  e di continuo stimolo per il professionista. Per chi svolge questo lavoro l’attività di indagine si rinnova incessantemente ed  in forma sempre distinta, ed il compito ultimo, quello di attribuire la paternità ad una scrittura, è solo il vertice di un complesso lavoro d’indagine,  di grande spessore professionale. La grafologia è uno strumento indispensabile per comprendere appieno la conduzione del tracciato grafico, il suo incipit, lo sviluppo, le dinamiche pressorie, la qualità del tratto, e solo per ultimi, gli aspetti formali, senza una cognizione piena della sofisticatezza della motricità fine che presiede l’organizzazione del gesto grafico non si può comprendere quanto raffinata sia la genesi di una scrittura. Il lavoro d’indagine necessariamente sarà supportato anche da della strumentazione, spesso è necessario infatti ricorrere all’utilizzo dei raggi infrarossi o di quelli ultravioletti, imprescindibile, invece sarà sempre l’utilizzo del microscopio, della fotocamera, dello scanner ad alta risoluzione. Se da un lato appare ovvio che utilizzare degli strumenti  in alta risoluzione sul documento sia determinante per analizzarlo in profondità, meno scontato è l’utilizzo dei raggi ultravioletti e degli infrarossi , che invece consentono di evidenziare manomissioni, cancellature, abrasioni, solchi ciechi.

Studiare all’Istituto Toscano di Scienze Grafologiche di Firenze significa approfondire le tematiche peritali in tutti i suoi aspetti, metodologici, teorici, tecnici, addivenendo ad una formazione specialistica che fornisce tutto il bagaglio di conoscenze necessarie per essere preparati al mondo del lavoro. La grafologia a Firenze è di casa presso l’Istituto Toscano di Scienze Grafologiche da venticinque anni e non rappresenta solo un viatico professionale, ma uno straordinario laboratorio di esperienze umane che accresce culturalmente, è un’arma contro l’approssimazione, un sestante per orientare il vostro esercizio, la pietra angolare della vostra opera, congratulazioni a voi che vestendo il drappi del grafologo vi fate fabbri, ammiragli ed architetti.